Aspesi 1910 – Milano, 2008

Locali commerciali – Allestimento di negozio di ottica
 
 
  • Aspesi-San-Vittore
 
 

A due passi dalla chiesa più milanese di Milano, Sant’Ambrogio, e dal Museo della Scienza e della Tecnica apre un nuovo spazio dedicato all’ottica.

Aspesi 1910, affiliato dello storico negozio in Via Festa del Perdono, è uno spazio espositivo di ricerca dedicato a quel genere di occhiali che non appartengono ai noti fashion-brand e al mercato di massa ma a modelli artigianali nati da una ben definita filosofia progettuale e formale. Trovano quindi spazio gli “occhialidiolivierotoscani”, i “Sugar Kane” e da oggi anche “4occhi” disegnati da Giulio Iacchetti.

Il progetto dell’allestimento è dello studio “Riccardo Rocco Architetto & Partners” e nasce dall’idea dei proprietari di realizzare un ambiente “freddino” e asettico dove il prodotto sia esposto come in una galleria d’arte.

Il progetto ha previsto la sostituzione delle vetrine e delle porte sul retro con grandi aperture trasparenti cosi che lo spazio risultasse non rinchiuso ma attraversabile, e la corte interna partecipasse alla scarna scenografia del negozio costituita da una parete viola, colore estremo, scaramantico ma non di certo minimalista, e da una composizione di specchi bianchi e neri che ribaltano all’interno il passaggio in strada.

Pareti e soffitti monocromatici, pavimenti in lastre di grande formato nero ferro di Graniti Fiandre,. e due solo ripiani in ferro forgiati, cosi come i tavoli e la panca, dalla premiata ditta Bagatti, e dei piccoli contenitori in rovere rigato.

Tutto il prodotto è esposto sui tavoli con piano in marmo di Carrara, molto venato, illuminati da lampade Flos, e nella fessura di luce della parete viola.

Nell’insegna non c’è alcuna scritta ma una semplice, magistrale foto di un grande occhiale d’alluminio su fondo alluminio, firmata da “La Sterpaia di Oliviero Toscani”.

Foto di Santi Caleca